Progetto sulla violenza domestica

L’Ansa riporta quanto segue: In Italia una donna su tre tra i 16 e i 70 anni e’ stata vittima nella sua vita dell’aggressivita’ di un uomo. Sei milioni 743 mila quelle che hanno subito violenza fisica e sessuale, secondo gli ultimi dati Istat. E ogni anno vengono uccise in media 100 donne dal marito, dal fidanzato o da un ex. Oggi si celebra in tutto il mondo la Giornata contro la violenza sulle donne, ma c’e’ ben poco da festeggiare viste le cifre che riguardano gli abusi e i maltrattamenti che subiscono. Quasi 700 mila donne, sempre dati Istat, hanno subito violenze ripetute dal partner e avevano figli al momento della violenza, e nel 62,4% dei casi i figli hanno assistito a uno o piu’ episodi di violenza. Secondo l’Osservatorio nazionale sullo stalking, il 10% circa degli omicidi avvenuti in Italia dal 2002 al 2008 ha avuto come prologo atti di stalking, l’80% delle vittime e’ di sesso femminile e la durata media delle molestie insistenti e’ di circa un anno e mezzo.

“Progetto sulla violenza domestica, quella più diffusa e meno denunciata perché intrisa di elementi che spesso appartengono all’universo sentimentale: amore, gelosia, vendetta, senso di colpa. Si tratta di mogli, madri, figlie, che hanno un rapporto d’amore e sudditanza con l’aggressore di casa. L’azione violenta è ripetitiva, non ha nazionalità, colpisce le donne di tutte le età, alberga tra le persone normali, che si amano e si temono nell’intimità della casa. (da una performance di danza tenuta presso la Casa Internazionale delle Donne per la rassegna InDanza)
© fotografia Paola Camiciottoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.