In uno spazio di silenzio

In uno spazio di silenzio

abitato dal vento
si possono anche aprire
occhi di terra

come pozze per battesimi di morte
e continuare a vederci dentro
un cielo riflesso
in una finta acqua di purezza
scenario di stagioni d’inferno
ma come non rimpiangere i secoli
nel grido di conforto
verso un dio
che tiene in mano la salvezza
inchiodando la libertà?
Potrei piangere sicura della mia innocenza?
O continuare a sorridere nella farsa
recitata di una storia perenne
senza trovare il coraggio
di amare l’uomo e la sua morte.
© Paola Camiciottoli

5 pensieri riguardo “In uno spazio di silenzio

  1. Sono passata da te, mi sono soffermata sulle prose poetiche … mi sono unita come lettrice del tuo blog e continuerò a seguirti …
    Guardare in faccia la realtà con la verità non sempre è facile e non sempre la paura imprigiona ma siamo spesso schiavi di noi stessi …
    Paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.